allcalcio.it

No basta, ora andiamo a dormire

June 21, 2024 | by allcalcio.it

No basta, ora andiamo a dormire


L’episodio è successo durante la trasmissione Notti Europee alla vigilia di Italia-Spagna. Adani stava spiegando una delle possibili letture tattiche della partita ma è stato “sfumato” da studio in un modo che non ha gradito.

Immagine

Daniele Adani è in diretta tv ma durante il collegamento con gli studi della Rai in Italia accade qualcosa che lo infastidisce e prende come una mancanza di rispetto. Accanto a lui c’è il giornalista, Alessandro Antinelli, che ha percepito il malumore dell’ex calciatore e fa un gesto eloquente: gli mette una mano sulla spalla come a dire “non te la prendere” perché ha capito che c’è rimasto male soprattutto per il modo in cui uno gli è stata tolta la parola, impedendogli di terminare la riflessione che stava facendo su una delle possibili letture tattiche di Italia-Spagna.

Immagine

Cosa è successo? A “Notti Europee”, la trasmissione che accompagna l’informazione della Rai sull’avventura degli Azzurri in Germania, Adani è giunto quasi alla fine del suo ragionamento su quanto può essere importante il movimento di tutta la squadra, e nello specifico dei 3 centrali difensivi, per disinnescare le qualità degli iberici che al debutto hanno letteralmente triturato la Croazia.

“Dovremo essere bravi a non abbassarci subito – spiega Adani – non andare alla difesa a cinque, capire come sporcare la linea di passaggio tra Carvajal e Yamal. E deve essere bravo Calafiori a slittare sulla sinistra, visto che abbiamo 3 centrali, prima che Yamal stoppi palla e punti verso l’interno. Perché tanto restiamo in due contro uno contro Morata”.

Spalletti senza giustificazioni dopo Italia-Spagna: “Sono stati troppo più forti di noi”

Immagine

È in questo momento che uno dei conduttori (Marco Mazzocchi, l’altra è Paola Ferrari) interviene sovrapponendo la sua voce a quella di Adani. “Ecco perché dobbiamo essere bravi ad alternare marcature e scalata col centrale che parte e l’esterno a tutta fascia…”, è l’ultima frase che l’ex calciatore riesce a proporre mentre viene sfumato.

“E ora fate i bravi, andate a dormire…” dice Mazzocchi, convinto che la riflessione sia già chiara e possa essere tagliata considerati anche i tempi e le necessità della diretta. “Volevo finire…”, replica Adani ma ormai è tutto inutile, lui stesso fa una smorfia di disappunto. “Ma lascialo finire… non mi fare arrabbiare Lele Adani”, dice Paola Ferrari al collega.

Immagine

“No… no basta… andiamo a dormire… No… no bene, andiamo a dormire che ne abbiamo bisogno – è la chiosa amara di Adani -. E la stessa cosa anche dall’altra parte con Di Lorenzo e Chiesa. Buonanotte (sottolineato con un gesto eloquente della mano, ndr)”. In sottofondo Mazzocchi continua: “C’è Giusy che ci deve far vedere una cosa”.

La parola adesso passa al campo. La posta in palio è alta quanto i timori d’incappare nell’ennesimo “biscotto” se le cose prendono una determinata piega: la qualificazione agli ottavi è lì, a un passo, e l’Italia può metterla al sicuro se batte le Furie Rosse (mettendo le mani sul primato nel Gruppo A) mentre in caso di pareggio o sconfitta potrebbe essere costretta ad accontentarsi del secondo, terzo posto (passando tra le migliori ripescate) con quel che ne deriva per gli accoppiamenti in tabellone.





Source link

RELATED POSTS

View all

view all